10 domande sui legumi che ti sei sempre fatto e relative risposte

il 10 febbraio è stata la giornata mondiale dei legumi, un conferimento davvero ben meritato in quanto i legumi sono tra gli elementi più preziosi della nostra alimentazione. Vediamo 10 risposte a 10 domande sui legumi in modo da conoscerli meglio

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

Quanti legumi si devono consumare tutti i giorni?

Solitamente parliamo di due tre porzioni a settimana ma solo in caso di un’alimentazione che comprenda anche l’inserimento di latte e uova; al contrario, per un’alimentazione esclusivamente vegana è una buona scelta quella di mangiare legumi tutti i giorni. La porzione in media dovrebbe pesare intorno ai 120 grammi da cotti.

legumi

Quanti tipi di legumi esistono?

Ne esistono davvero tanti, parliamo di ceci, fagioli bianchi, fagioli borlotti, fagioli rossi, piselli, fave, lenticchie, soia, fagiolini, lupini, arachidi, eccetera, ognuno di essi ha una propria particolarità.

I legumi possono fare male?

All’interno dei legumi si trovano i fitati, ovvero delle sostanze antiossidanti che legano zinco, ferro e manganese, rallentandone quindi l’assorbimento. Questa preoccupazione però non ha senso di esistere in quanto un soggetto che ha un’alimentazione equilibrata introduce all’interno dell’organismo la quantità giusta di nutrienti perciò non importa se dei minerali vanno persi.

Quante proteine ci sono nei legumi?

Non abbiamo un valore standard di proteine all’interno di legumi in quanto ognuno è caratterizzato da una propria soggettività. Ad esempio i lupini in scatola hanno circa 16 grammi di proteine per 100 g di prodotto mentre i piselli solo 5, i legumi secchi come la soia ne hanno 12 ogni 100 grammi mentre le fave 6,1.

I legumi vanno sempre mangiati con i cereali?

In una dieta vegana è consigliabile associare sempre i legumi con i cereali in modo da garantire le proteine necessarie per il corretto funzionamento dell’organismo. Va bene quindi una minestra con farro e lenticchie, una pasta e piselli, pane e hummus di ceci, ecc.

Come fare in caso di problemi di digestione?

Molte persone si lamentano del fatto che i legumi gli causino dei problemi di digestione per evitare questo è consigliabile comprare legumi secchi metterli in ammollo e cambiare l’acqua per almeno tre volte, cuocerli in maniera molto lenta, aggiungere all’acqua delle foglie di alloro. In ogni caso, preferire i legumi decorticati.

Meglio acquistare legumi secchi o in scatola?

È sempre preferibile acquistare legumi secchi anche se non c’è molta differenza.

Perché mangiare legumi è una scelta per l’ambiente?

Perché i legumi richiedono meno acqua rispetto ad altre fonti di proteine per cui c’è un risparmio idrico e una riduzione delle emissioni di gas serra.

I legumi sono un contorno?

Mai considerarli contorni, piuttosto sono un accompagnamento al primo pasto, al limite un secondo.

I legumi surgelati sono buoni?

Continua dopo gli annunci…

La risposta è positiva, i legumi mantengono le stesse caratteristiche nutrizionali di quelli freschi.

Lascia un commento

Change privacy settings