I colori nel veganesimo, con quale vi identificate? Significato della bandiera vegana

La bandiera vegana, perché è stata creata e quando

Oggigiorno tutte le comunità e gruppi puntano a identificarsi con una propria bandiera, a simboleggiare i propri valori. Uno strumento che accomuna tutti i membri della comunità. Il mondo vegano non è da meno. E’ rappresentato da una bandiera che identifica il movimento in ambito internazionale, e sottolinea i principi di lotta per una vita senza violenza e per il rispetto dei diritti degli animali che vivono sulla terra. La bandiera è stata riconosciuta come rappresentazione del movimento vegano nel luglio del 2017. Disegnata dall’attivista Gad V Hakimi, ha potuto vedere la luce grazie al supporto del gruppo che condivideva l’iniziativa.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

I colori della bandiera vegana e cosa rappresentano

La bandiera è composta da tre triangoli che formano la lettera “V” al centro. I colori che riempiono le diverse V rappresentano diverse tonalità di verde e blu; infine, c’è il bianco. Tutti i colori hanno un loro perché. Intendono trasmettere valori importanti e sottolineare l’importanza della terra e dell’aria. Vi presentiamo di seguito un vademecum dei colori vegani:

vegan flag 1400x600

Celeste

ll colore del cielo e del mare; rappresenta gli animali che volano e quelli marini; dall’altro canto, spiritualmente fa riferimento alla fede e alla verità;

Verde

Il colore della natura complessivamente; rappresenta gli animali terresti, la vita e, in senso astratto, l’energia e l’armonia;

Bianco

Il colore della purezza e della luce; simboleggia l’unione, la bontà, il successo e la partenza della vita.

Da leggere: Il veganstyle dei mobili, materiali e tessuti

Altri colori del veganesimo negli alimenti

Continua dopo gli annunci…

Il rosso

Molte persone che consumano prodotti vegani di colore rosso non sanno che il responsbile di tale colore è il licopene presente negli alimenti. La sua assunzione su base giornaliera aiuta a contrastare l’invecchiamento cutaneo. Si trova nei pomodori, ravanelli, peperoni, fragole, cocomero, barbabietola ecc.

L’arancione

Il responsabile di questo colore è il beta-carotene. E’ una alleato dell’abbronzatura ed è anche un antitumorale naturale. Inoltre, rinforza il sistema immunitario e protegge la vita. Lo potete trovare nelle arance, pesche, albicocche, carote, mango, cachi, zucca, meloni

l giallo

E’ un colore associato alla digestione; aiuta a eliminare il gonfiore intestinale e ad alleviare disturbi biliari ed epatici. Si trova nei limoni, ananas, peperoni, susine, banane.

Il verde

Gli alimenti di colore verde contengono clorofilla. La clorofilla purifica il sangue, regola il colesterolo e ha un effetto disintossicante. Si trova in prodotti come l’insalata, i piselli, i broccoli, i peperoni, glispinaci, l’ortica, il tarassaco, la rucola, ecc.

Il bianco e viola

Alcuni alimenti di colore bianco, come la cipolla, l’aglio, i porri, le rape bianche sono ricchi di sali minerali e hanno proprietà antiossidanti. Inoltre, prevengono ipertensione e anemia.

I prodotti di colore viola come le melanzane, il cavolo nero, le prugne, le patate viola, l’uva nera, il ribes, i mirtilli, le more, il radicchio e le amarene fortificano capillari e vista. Inoltre, aiutano a prevenire malattie degenerative come l’arteriosclerosi

Lascia un commento

Change privacy settings