Vai al contenuto

Come ordinare vegano in Starbucks, davvero si può? Azzardatevi!

starbucks

È difficile ordinare vegano da Starbucks? Conoscete i passaggi che dovete seguire e le opzioni che ci sono in questa catena internazionale? Starbucks è una caffetteria presente in molti paesi e fortunatamente offre opzioni per vegani. Lo scopo di questo post non è quello di scegliere Starbucks rispetto ad altri bar locali, né di affermare che siano l’opzione più sana, economica o di qualità. Ma data la portata di queste catene e il fatto che possiamo trovarle in diverse regioni, credo che sia una buona idea condividere questo post vegano di Starbucks in modo che chiunque voglia andarci sappia quali opzioni ha. Inoltre, in alcuni posti ci sono ancora dei bar che non offrono il latte vegetale, e se volete bere qualcosa e c’è solo Starbucks. Sufficiente per aiutarvi, non trovate?

starbucks
starbucks

Da tenere presente quando si ordina da Starbucks

Vi sono alcuni principi di base che dovreste tenere in considerazione quando ordinate vegano da Starbucks. Dovrete stare attenti a ordinare la vostra bevanda con latte vegetale e senza panna montata. In funzione della località, hanno latte di soia, di mandorla, di cocco o di avena (con sovraprezzo). Tenete presente che più la bevanda è semplice, più facile sarà veganizzarla. Al contrario, se ha ingredienti complicati come le bevande di stagione, è possibile che contenga cose che, anche se preparate con latte vegetale, non sono comunque adatte. Ad esempio, il latte speziato alla zucca. Inoltre, gli sciroppi sono solitamente adatti ai vegani come lo sciroppo di lampone, menta, vaniglia o nocciola. Tuttavia, se si tratta di salse più dense come la moka bianca, le spezie di zucca o il pistacchio, non ordinatele perché di solito contengono latticini. Tranne la normale salsa moka, che è adatta.

L’apertura di Starbucks ai veggie

La caffetteria americana ha aperto i propri orizzonti al “veggie” mettendo a disposizione della propria clientela tre alternative vegetali al latte vaccino: dapprima solo latte di soia, al quale si sono presto affiancati quello di cocco e di mandorle. Nel menu delle bevande, ricchissimo di proposte, è possibile trovare cioccolato, cappuccini e caffè da personalizzare con le bevande vegetali, ma anche smoothie (come il famoso Pink Drink) 100% vegetale perché a base di latte di cocco e frutta fresca.

pinkdrink4
pinkdrink

Attenzione ai tè: sono adatti solo quelli semplici. Evitate il chai latte, un prodotto molto ricercato che contiene miele, quindi non è adatto anche se si usa latte vegetale, a meno che non lo ordiniate con quello in bustina al posto del loro premiscelato e poi fate aggiungere il latte che preferite.

I rinfreschi per vegani

In tutte le versioni, sia con limonata, acqua o latte di cocco sono adatti ai vegani

  • Very Berry 
  • Strawberry Açai 
  • Mango Dragonfruit 
  • Kiwi Starfruit 
  • Star Drink 
  • Dragon Drink 
  • Pink Drink 
  • Violet Drink 

Cosa si può ordinare da mangiare

Cosa può ordinare un vegano da mangiare da Starbucks? Sfortunatamente, poiché il core business di Starbucks è basato sulle bevande, le opzioni alimentari sono piuttosto scarse, e se prevedono opzioni di ripiego, a volte sono temporanee o adatte solo ai vegetariani. Ma non è sempre così, anche se questa è la regola. In Italia, ad esempio si può ordinare un’insalata a base di verdure mistelenticchie e riso integrale, ma niente paura: non è la solita opzione vegan “triste” e scondita, anzi! Il tutto è servito con una crema a base di zucca e condito con un dressing di tahina, accompagnato perfino da semi di zucca e pomodori secchi. Accanto a questa opzione, anche il wrap vegan a base di Jackfruit, una crema di carote e mais insieme a spinaci in foglia e cavolo bianco. Vi interessa?

starbucks chickpea bites and avocado protein box
starbucks chickpea bites and avocado protein box

Ancora una volta, le opzioni e gli ingredienti possono variare in base alla regione, quindi controllate presso lo Starbucks locale se siete in viaggio.

I dolci vegani di Starbucks

Accanto al caffè, un dolcino è d’obbligo. La scelta nel menu di Starbucks non è ampissima, ma comunque degna di nota: accanto al cupcake vegano a base di frutta – disponibile (per ora) soltanto in alcuni punti vendita selezionati della Florida – da pochissimo sono disponibili anche dei biscotti a base di avena, frutti rossi e noci di macadamia, il primo dessert vegan a essere introdotto in tutte le caffetterie del noto brand.

starbucks cupcake vegano
starbucks cupcake vegano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *